mercoledì 1 agosto 2018

Recensione Le due torri [#2 Il Signore degli anelli] di J.R.R. Tolkien




Lost in Fantasy e' una rubrica ideata da Blog Expres a cadenza mensile dove si parlerà di anteprime e recensioni di film e libri di genere Fantasy!

       

"Nulla di tutto ciò che ci circonda mi piace", disse Frodo, "sasso o gradino, vento o macigno. Terra, aria, acqua, paiono tutte maledette. Ma questo è il nostro sentiero".



Le due torri di J.R.R. Tolkien

Bompiani collana "Libri Oro"  | 2007  | 406 pagine | cartaceo 06,00 € |

Il Signore degli anelli

#2 Le due torri
#3 Il ritorno del re

In questo secondo romanzo della trilogia di Tolkien, gli amici della Compagnia dell'Anello lottano separati. Merry e Pipino sono fatti prigionieri dalle forze del Male, ma riescono a fuggire e trovano soccorso in uno strano mondo di esseri giganteschi, mezzo vegetali e mezzo umani. Aragorn, un enigmatico personaggio che si era unito alla Compagnia all'inizio dell'impresa, stringe alleanza con i guerrieri di Rohan, un popolo fiero che per secoli ha resistito all'assalto delle tenebre. Frattanto Frodo e il devoto Sam si imbattono in Gollum, un viscido essere che era stato l'antico possessore dell'Anello, e lo costringono a condurli verso Monte Fato. Ma spaventose creature li attendono al varco e il loro cammino si interrompe tragicamente.

*** ATTENZIONE ***
SPOILER

Il pensiero di Blog Expres

Dopo la strepitosa lettura de "La compagnia dell'anello", mai mi sarei aspettata di imbattermi in qualcosa di ancora più stupefacente come "Le due torri", perchè se "La compagnia dell'anello" è un libro che vi emozionerà e vi coinvolgerà, ne "Le due torri" succede davvero di tutto!
Tolkien si è superato donandoci un romanzo eccezionale la cui storia coinvolge, commuove,  stordisce e fa battere il cuore!
Il libro è impegnativo da leggere, perchè carico di descrizioni e di personaggi, che ritroviamo tutti ad eccezione di uno, e si conclude con uno strepitoso cliffhanger !!! Mannaggia a me che non mi sono portata dietro in vacanza il terzo libro, "Il ritorno del re", perchè mi ci sarei tuffata a capofitto!


Ne "Le due torri" ritroviamo la compagnia dell'anello smembrata... Il libro infatti si divide in due parti: nella prima le vicende di Aragorn, Gimli e Legolas si intrecciano con quelle di Merry e Pipino; il libro inizia con la scena drammatica e commovente di Aragorn che trova il corpo di Boromir ucciso dagli Orchi, ma non mancano scene anche di grande ironia come il momento in cui Aragorn e co. finalmente ritrovano Merry e Pipino... Non scendo nel dettaglio, ma è stato qualcosa di tragi-comico che mi ha fatto morire dal ridere!
Fin dalle prime pagine mi chiedevo che fine avesse fatto Frodo e finalmente lo ritroviamo nella seconda parte sempre in compagnia del suo fedele servitore Sam che in questa occasione ha dato il meglio di sè combinandone di tutti i colori!
Non vedevo l'ora di rincontrarli, perchè sono i miei personaggi preferiti e di seguire le loro vicende! I due Hobbit faranno cose eccezionali e si dovranno alleare con il peggior mostriciattolo di tutti i tempi, Gollum, per cercare di distruggere l'Anello gettandolo nel cratere del Monte Fato. Ovviamente non tutto andrà secondo i loro piani anzi, molte cose andranno storte!
Ma oltre a Frodo, mi chiedevo che fine avesse fatto un altro grande personaggio che ne "La compagnia dell'anello" scompare misteriosamente...
Dove è finito Gandalf????
In questo secondo libro assistiamo al suo grande ritorno e alla sua trasformazione! Gandalf il grigio ha lasciato il posto a Gandalf il bianco...
Questo personaggio così mistico e spirituale che è stato la guida della Compagnia, fa una trasformazione molto importante... Questa evoluzione lo porta a raggiungere un livello superiore di fortezza interiore che gli permetterà di compiere cose molto particolari... La trasformazione di Gandalf e il suo ritorno sulla scena è sicuramente l'aspetto più affascinante di questo secondo libro oltre che il più inspiegabile...
Gandalf e lui erano immobili come pietre, seduti sulla statua di un cavallo al galoppo, e sotto di loro il mondo fuggiva via  in mezzo a un gran fragore di vento.
Ma chi è davvero questo misterioso stregone e quali forze ispirano le sue azioni? Ci si può davvero fidare di lui?
La lotta tra il Bene e il Male si fa sempre più spietata e spettacolare e ognuno userà tutte le armi che ha a sua disposizione come Saruman, l'Alter Ego di Gandalf che sta cercando di conquistare terreno, ma dovrà vedersela con una forza malefica ancora più potente: un occhio diabolico che dall'alto scruta ogni cosa e che nel buio profondo sta per sferzare un colpo micidiale...
Come in ogni guerra che si rispetti per vincere a volte è necessario combinare strane alleanze, giocare con la diplomazia e sfoderare qualche asso nella manica oltre alle sempre valide armi elfiche! Ciascuno però è chiamato a combattere in prima persona...

"Come può un uomo in questi tempi decidere quel che deve fare?!
"Come ha sempre fatto", disse Aragorn. "Il bene e il male sono rimasti immutati da sempre, e il loro significato è il medesimo per gli Elfi, per i Nani e per gli Uomini. Tocca ad ognuno di noi discernerli, tanto nel Bosco d'Oro quanto nella propria dimora".
Parlare di ambientazioni senza citare il titolo "Le due torri" sarebbe impossibile! Il libro in realtà è pieno di torri, non ce ne sono solo due, ma in ogni luogo ce n'è una, per cui a conti fatti, le torri saranno almeno quattro! Quindi mi sono documentata e ho scoperto che essendo "Il Signore degli anelli" originariamente concepito come un'opera unica e poi smembrato per motivi editoriali, Tolkien, nell'attribuire un nome al secondo volume che era il corpo centrale dell'opera, diede questo titolo volutamente ambiguo "Le due torri" in maniera che rappresentare tante cose: la contrapposizione tra il Bene e il Male,  la rivalità tra i due cattivi Saruman e Sauron, oltre che una serie di torri di guardia che effettivamente troviamo lungo la lettura. Il titolo accresce l'alone di mistero del romanzo stesso e spinge il lettore dritto tra le pagine del capitolo conclusivo che è "Il ritorno del re"...
Quale re sta per ritornare??? E' quello che penso io? Oppure ci sarà un nuovo colpo di scena che spazzerà via di nuovo ogni mia certezza?
Io sono davvero entusiasta e voglio non solo finire la serie il prima possibile, ma anche leggere tutti gli altri libri di Tolkien che è un maestro della letteratura Fantasy e non solo, perchè con questo secondo libro ha dato prova di spaziare tra vari generi letterari dall'Avventura all'Horror, passando per l'Epic Fantasy, e il risultato finale è comunque un'opera omogenea e ben definita.
A questo punto del cammino, se molti interrogativi hanno trovato risposta, molti altri ne sono sorti... Il libro si conclude con la tensione alle stelle, come una terribile tempesta pronta ad abbattersi sui nostri eroi...
La Compagnia è sempre più allo sbando, mentre le forze del Male sono pronte ad infliggere l'ultimo colpo finale... Chi vincerà?



Strani poteri hanno i nostri nemici, e strane debolezze... Ma è un antico detto che spesso il male si ritorce contro se stesso...



Post di Maria Milani

1 commento: