martedì 6 giugno 2017

Recensione libro La donna che cancellava i ricordi di Brian Freeman [Piemme]





Psyco Time è la rubrica di Blog Expres dedicata al romanzo Giallo, Thriller e Poliziesco



Diciamo la verità, dottoressa Stein, è una bella coincidenza.
Due pazienti si rivolgono a lei per una terapia, e tutte e due impazziscono e si suicidano?
Forse è ora che cominci a chiedersi cosa ha fatto davvero, 
nelle loro teste...






La donna che cancellava i ricordi
 Brian Freeman

Frost Easton Series
#1 La donna che cancellava i ricordi

Piemme | 04 aprile 2017 | pp. 384 | Cartaceo 18,50€ | Ebook 9,99€

*Ringrazio  la casa editrice Piemme per avermi inviato una copia ebook del romanzo in cambio di un'onesta opinione sul libro*

Che se ne pensi bene o male, la dottoressa Stein fa parlare di sé a San Francisco. Dopo anni di ricerca, ha sviluppato un controverso metodo di ipnosi in grado di cancellare il ricordo di eventi traumatici, ricostruendoli in modo da “diminuire” il coinvolgimento del soggetto. Non tutti ci credono; tra i più scettici il detective della Omicidi Frost Easton – che spesso si ritrova a dover collaborare con la dottoressa in tribunale. Frost è un uomo con un passato ingombrante, che ha imparato a sue spese che non esistono i miracoli. E nemmeno le coincidenze. E infatti, quando una serie di donne ritrovate morte in zone diverse della città vengono identificate tutte come ex pazienti della dottoressa Stein, Frost sa che dovrà partire da lei per capire chi si nasconde dietro gli omicidi. Se vogliono fermare il serial killer che sta terrorizzando la città del Golden Gate, Stein e Frost dovranno così navigare, insieme, le acque burrascose di un’indagine sempre più intricata, imparando ad apprezzarsi a vicenda. Mentre il killer continua a colpire: chi sarà la prossima vittima?


Il Pensiero di Blog Expres:


Questo libro fa paura.
Non è un thriller pieno di spargimenti di sangue e sevizie descritti nei minimi particolari. Assolutamente no!
Questa storia inquieta, perchè l'autore fa leva sulla sottile arma delle paure inconsce... e dei ricordi dolorosi. Infondo chi non ha almeno una piccola fobia? Chi non ha subito almeno una volta nella vita un trauma che vorrebbe dimenticare?
Lo sa bene le psichiatra Frankie Stain, nome che rievoca Frankestein  il mostro creato dalla penna di  Mary Shelley, che è diventata ricca e famosa grazie al suo metodo di ipnosi con il quale cura i suoi pazienti rimuovendo i ricordi dolorosi. Tutto sembra andare per il meglio fin quando una serie di donne, tutte sue pazienti, muoiono in circostanze strane e inquietanti.
"La donna che cancellava i ricordi" è il primo libro di una nuova serie di Brian Freeman che vede come protagonista lo scettico e solitario ispettore Frost Easton.
L'assassino alza la posta in gioco fino ad arrivare a minacciare sia la psichiatra che l'ispettore in un ritmo serratissimo e pieno di colpi di scena.
Le persone possono modificare i propri ricordi senza rendersene conto. Il problema è che i ricordi si possono cambiare anche in modo deliberato. È pericoloso, sì, ma è anche un’opportunità.

lunedì 29 maggio 2017

Recensione Non ditelo allo scrittore di Alice Basso [Garzanti]






La carta è infiammabile,
si usa per dare fuoco alla miccia delle rivoluzioni.
Ricordatevelo sempre.
Quando studiate letteratura, non studiate
soltanto libri: studiate la miccia della storia.




Non ditelo allo scrittore
 Alice Basso

Garzanti  | 18 maggio 2017  | 316 pagine | cartaceo 16,90 € | ebook 9,99 €

*Ringrazio la casa editrice Garzanti per avermi inviato una copia del libro in cambio di un'onesta opinione*

A Vani basta notare un tic, una lieve flessione della voce, uno strano modo di camminare per sapere cosa c’è nella testa delle persone. Una empatia innata che Vani mal sopporta, visto il suo odio per qualunque essere vivente le stia intorno. Una capacità speciale che però è fondamentale nel suo mestiere. Perché Vani è una ghostwriter. Presta le sue parole ad autori che in realtà non hanno scritto i loro libri. Si mette nei loro panni. Un lavoro complicato di cui non può parlare con nessuno. Solo il suo capo sa bene qual è ruolo di Vani nella casa editrice. E sa bene che il compito che le ha affidato è più di una sfida: deve scovare un suo simile, un altro ghostwriter che si cela dietro uno dei più importanti romanzi della letteratura italiana. Solo Vani può trovarlo, seguendo il suo intuito che non l’abbandona mai. Solo lei può farlo uscire dall’ombra. Ma per renderlo un comunicatore perfetto, lei che ama solo la compagnia dei suoi libri e veste sempre di nero, ha bisogno del fascino ammaliatore di Riccardo. Lo stesso scrittore che le ha spezzato il cuore, che ora è pronto a tutto per riconquistarla. Vani deve stare attenta a non lasciarsi incantare dai suoi gesti. Eppure ha ben altro a cui pensare. Il commissario Berganza, con cui collabora, è sicuro che lei sia l’unica a poter scoprire come un boss della malavita agli arresti domiciliari riesca comunque a guidare i suoi traffici. Come è sicuro che sia arrivato il momento di mettere tutte le carte in tavola con Vani. Con nessun’altra donna riuscirà mai a parlare di Chandler, Agatha Christie e Simenon come con lei. E quando la vita del commissario è in pericolo, Vani rischia tutto per salvarlo. Senza sapere come mai l’abbia fatto. Forse perché, come ha imparato leggendo La lettera scarlatta e Cyrano de Bergerac, ogni uomo aspira a qualcosa di più grande, che rompa ogni schema della razionalità e della logica. Vani è ormai uno dei personaggi più amati dai lettori italiani. Dopo il successo dell’Imprevedibile piano della scrittrice senza nome e di Scrivere è un mestiere pericoloso, Alice Basso torna con la perfezione e l’originalità di uno stile che le ha portato l’ammirazione della stampa più autorevole. Un nuovo romanzo, stesse caratteristiche imperdibili: libri, indagini, amore e una protagonista che diventerà come un’amica un po’ strana che non riuscirete più ad abbandonare.


Il pensiero di Blog Expres

Leggere Alice Basso è sempre un'esperienza di lettura piacevolissima e divertente! Immergermi tra le pagine di "Non ditelo allo scrittore" è stato come incontrare dei vecchi amici dopo un anno e come avviene per le grandi amicizie, quando ci si vede anche dopo tanto, sembra che il tempo non sia passato. L'anno scorso leggendo "Scrivere è un mestiere pericoloso" (la mia recensione QUI) ho incontrato personaggi straordinari, primo fra tutti Silvana Vani Sarca, famigerata ghostwriter e collaboratrice del mitico commissario Berganza.
L'avevo lasciata alle prese con il suo ex fidanzato Riccardo e con due amiche improbabili come un'ottantenne di nome Irma e un'adolescente di nome Morgana che entrambe costituiscono il suo  alter ego e con le quali riesce ad essere veramente se stessa.
San Valentino è quando dai appuntamento al tuo partner in un luogo pubblico perchè sia meno probabile che diventi pericoloso. Come coi criminali.

martedì 16 maggio 2017

Recensione Nel profondo della foresta di Holly Black





Lost in Fantasy e' una rubrica ideata da Blog Expres a cadenza mensile dove si parlerà di anteprime e recensioni di film e libri di genere Fantasy!

       

Vi metterò in guardia per tre volte, di più non mi è permesso.





Nel profondo della foresta
Holly Black

Mondadori | aprile 2017  | 243 pagine | cartaceo 18,00 € | Ebook 9,99€

Autoconclusivo

Nel profondo della foresta c'era una bara di vetro che giaceva sulla nuda terra. Dentro vi riposava un ragazzo con le corna in testa e orecchie affilate come coltelli... Hazel e il fratello Ben sono cresciuti a Fairfold, una piccola città dove, da tempo, gli umani hanno imparato a convivere pacificamente con le creature fatate della vicina foresta. Un posto diventato meta di tanti turisti curiosi, attratti dalle magie che qui hanno luogo ma in particolare dal ragazzo con le corna che riposa dentro una bara di vetro, la meraviglia più grande di tutte. Affascinati fin da bambini da questa presenza misteriosa, Hazel e Ben hanno provato più e più volte a immaginarne la storia. Nelle loro fantasie il giovane era a volte un principe dal cuore nobile e dalla natura buona e generosa, e altre un essere crudele e spietato. Ora che è cresciuta, però, Hazel pensa che sia arrivato il momento di accantonare tutte quelle fantasie infantili accettando il fatto che, per quanto lo abbia desiderato a lungo con tutta se stessa, il ragazzo con le corna non si sveglierà mai. Un giorno, però, quello che sembrava impossibile accade... sconvolgendo la vita della ragazza, di suo fratello e della loro città. Fiaba moderna dalle sfumature dark, appassionante e ricca di colpi di scena, Nel profondo della foresta segna il ritorno di Holly Black ai romanzi delle origini che l'hanno fatta conoscere, e amare, dai lettori.

Il pensiero di Blog Expres

Una foresta incantata, creature magiche, incantesimi, spade invincibili e un mostro terribile: Holly Black ritorna alle origini con un romanzo fantasy dalle tinte dark ispirato al folklore irlandese. Ed è proprio questo l'aspetto che ho amato di più di questo romanzo ossia le atmosfere magiche e surreali, i tantissimi riferimenti alle leggende e le innumerevoli creature magiche che popolano la foresta creata da Holly Black.
Tutte le vicende si svolgono in un bosco incantato intorno alla tranquilla cittadina di Fairfold che da secoli convive più o meno pacificamente con le dispettose creature dei boschi...
Numerosi turisti arrivano qui per ammirare l'attrattiva del luogo ovvero una urna di vetro che ospita un ragazzo con le corna in testa e le orecchie affilate come coltelli.
Quando un bel giorno il misterioso ragazzo si sveglierà dall'incantesimo e uscirà dall'urna, la vita dei cittadini di Fairfold non sarà più la stessa...

sabato 6 maggio 2017

Recensione Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor





Lost in Fantasy e' una rubrica ideata da Blog Expres a cadenza mensile dove si parlerà di anteprime e recensioni di film e libri di genere Fantasy!

       

Dal tradimento e dalla disperazione, fra bestie ostili, angeli invasori e un inganno che sembrava una bomba sul punto di esplodere, in un certo senso lì c'era un inizio.




Sogni di mostri e divinità
 Laini Taylor


LainYa | luglio 2016  | 570 pagine | cartaceo 14,50 € | Ebook 5,99€

Serie La chimera di Praga
#3 Sogni di mostri e divinità

***Ringrazio la casa editrice Fazi per avermi inviato una copia cartacea  in cambio di un'onesta opinione sul libro***

La misteriosa Karou è una chimera unica nel suo genere: al contrario dei suoi simili, l'eroina della trilogia La chimera di Praga ha sembianze umane, impreziosite da meravigliosi capelli blu. È innamorata di Akiva, un angelo dalla bellezza eterea. Angeli e chimere sono però nemici naturali, in lotta da secoli. C'è solo un modo per ristabilire la pace: tentare un'alleanza fra le chimere e quegli angeli che, come Akiva, hanno deciso di ribellarsi al loro imperatore. In questo terzo e conclusivo capitolo della saga entriamo subito nel vivo dell'azione: l'esercito degli angeli discende sulla Terra, in pieno giorno, in una Roma accecata dal sole, con uno stuolo di telecamere intente a riprendere e un pubblico sbalordito a osservare la scena. Nel frattempo, dopo il tradimento che ha portato la sua specie allo stremo, Karou sta ricostruendo l'esercito delle chimere e, grazie a un inganno ingegnoso, è ora alla guida della ribellione contro gli angeli. Il futuro della sua specie dipende da lei, ed è giunto il momento dello scontro finale. Riusciranno Karou e Akiva a realizzare il loro sogno di una realtà in cui i loro popoli smettano di distruggersi e in cui, forse, potrebbe esserci spazio per il loro amore? Con queste pagine mozzafiato, caratterizzate da una tensione costante e una serie di personaggi indimenticabili, Laini Taylor conferma il suo grande talento. Un finale stupefacente per una trilogia fantasy davvero epica, una suggestiva rivisitazione moderna della mitologia classica e cristiana che ha appassionato milioni di lettori in tutto il mondo.


Il pensiero di Blog Expres

Cosa ne sarà di me ora che ho finito questo libro?
Mi ci è voluta una giornata per riprendermi da tutte le emozioni che mi ha trasmesso e ora posso affermarlo con assoluta certezza: Laini Taylor è la mia autrice Fantasy preferita!
"Sogni di mostri e divinità" segna l'epilogo delle vicende iniziate con "La chimera di Praga", è un libro lungo e corposo che mi sono goduta pagina dopo pagina e nel quale troviamo tutte le risposte ai vari interrogativi lasciati aperti con "La città di sabbia".
E' stato bellissimo ritrovare Karou e Akiva, più innamorati che mai, ma anche la mitica Zuzana, sempre più agguerrita e il suo dolce, ma astuto Mik !!! Sono loro quattro i miei preferiti e penso proprio che ne sentirò la mancanza! In "Sogni di mostri e divinità" ognuno di loro ha compiuto una  crescita ed evoluzione e tutti insieme lotteranno per realizzare i loro sogni!
"Stanne certa. Karou, non lascerò che ti succeda niente. Dopo tutto quello che è accaduto, e....adesso....non lascerò che ti allontani dal mio sguardo".
In quest'ultimo capitolo emergono in maniera importante due personaggi secondari, ma dal ruolo decisivo, che avevamo già incontrato in passato: l'angelo Liraz, antipaticissima sorella di Akiva e Ziri, chimera della stessa tribù di Karou.
Inoltre in conosciamo un personaggio nuovo, Eliza, una ragazza di colore americana che se inizialmente la sua presenza mi sembrava inutile e inspiegabile, poi si rivelerà un personaggio-chiave collegato sia al titolo del libro che alle origini degli angeli e delle chimere.
Quando tutto sembra volgere per il meglio... il popolo angelico degli Steliani, finora solo accennato dall'autrice,  fa il suo ingresso trionfale contribuendo a creare non poco scompiglio ai piani dei nostri beniamini....
La vita è soltanto un filo che lega l'anima al corpo e una volta trovato è facile strapparlo, come fosse un fiore.
Alcune vicende di "Sogni di mostri e divinità" si svolgono a Roma, ma la maggior parte degli eventi sono ambientati ad Eretz, l'universo parallelo alla terra, separato da essa da dei portali magici e luogo dove avverrà lo scontro finale tra chimere e angeli...
Lo stile della Taylor si rivela ancora una volta avvincente, epico, romantico e curato in ogni minimo dettaglio! Leggere le sue pagine è un vero piacere e non posso che consigliarne la lettura a tutti gli amanti dell'Epic Fantasy e agli inguaribili sognatori!  


*** L'oggetto "CULT" che tutti vorrebbero ***
Un osso del desiderio!


La felicità deve pur andare da qualche parte...




Post di Maria Milani

venerdì 14 aprile 2017

Cyber Pages #3 Recensione Carve the mark - I Predestinati di Veronica Roth [Mondadori]




Cyber Pages è una rubrica creata da Blog Expres che ospiterà recensioni di libri di Fantascienza.



La corrente scorre attraverso ogni fiore che sboccia nel ghiaccio dandogli la forza di germogliare nell'oscurità più profonda.





Recensione Carve the mark - I Predestinati
Veronica Roth

Mondadori | 17 gennaio 2016 | 427 pagine | Cartaceo 15,90€ | Ebook 9,99€


In una galassia lontana, dove la vita degli uomini è dominata dalla violenza e dalla vendetta, ogni essere umano possiede un "donocorrente", ovvero un potere unico e particolare, in grado di determinarne il futuro. Ma mentre la maggior parte degli uomini trae un vantaggio dal dono ricevuto in sorte, Akos e Cyra non possono farlo. Al contrario, i loro doni li hanno resi vulnerabili al controllo altrui.   Cyra è la sorella del brutale tiranno Shotet Ryzek. Il suo donocorrente, ovvero la capacità di trasmettere dolore agli altri attraverso il semplice contatto fisico, viene utilizzato dal fratello per controllare il loro popolo e terrorizzare i nemici. Ma Cyra non è soltanto un'arma nelle mani di un tiranno. La verità è che la ragazza è molto più forte e in gamba di quanto Ryzek pensi.   Akos appartiene al pacifico popolo dei Thuve, e la lealtà nei confronti della famiglia è assoluta. Quando lui e il fratello vengono catturati dai soldati Shotet di Ryzek, l'unico suo pensiero è di riuscire a liberarlo e a portarlo in salvo, costi quel che costi. Quando poi viene costretto a entrare a far parte del mondo di Cyra, l'ostilità tra i loro due popoli sembra diventare insormontabile, tanto da costringere i due ragazzi a una scelta drammatica e definitiva: aiutarsi a vicenda a sopravvivere o distruggersi l'un l'altro.

Il pensiero di Blog Expres

"Carve the mark - I Predestinati" è il primo libro della nuova duologia sci-fi di Veronica Roth che catapulta il lettore in un universo regolato dal flussocorrente, venerato da alcuni popoli come simbolo religioso, è definito come un potere invisibile che conferisce alle persone particolari abilità... Comincerò subito con il dirvi che leggere "Carve the mark - I Predestinati" è stata per me un'esperienza di lettura decisamente tormentata... La prima parte del libro mi è sembrata molto confusionaria e pensavo fosse un mio problema, finchè non ho iniziato a leggere diversi pareri negativi in giro per la blogosfera che hanno confermato il mio stato d'animo.
Il flussocorrente era immenso e luminoso ed era ovunque, ovunque. Era come essere stretti nell'abbraccio di un dio.

mercoledì 29 marzo 2017

Art & Books #13 La ragazza del dipinto di Ellen Umansky [Newton Compton Editori]




Dopo tutti quegli anni in cui aveva sentito di non meritare la felicità, in cui rubacchiava momenti belli ovunque le capitasse, in cui era convinta che un giorno sarebbe stata punita per essere sopravvissuta - dopo tutto quello - si ritrovò a desiderare, bramare di più.




La ragazza del dipinto
Ellen Umansky

Newton Compton Editori  | 23 marzo 2017  | 349 pagine | cartaceo 10,00 € | ebook 4,99 €

*Ringrazio Newton Compton Editori per avermi inviato una copia stampa in cambio di un'onesta opinione sul libro*


Vienna, 1939. Mentre lo spettro della guerra terrorizza l’Europa, i genitori di Rose Zimmer cercano disperatamente un modo per lasciare l’Austria. Non riuscendoci, decidono di salvare almeno la loro giovane figlia. Rose viene così affidata a degli sconosciuti e portata in Inghilterra. Sei anni più tardi, quando la guerra è finalmente terminata, Rose tenta di ricostruire la propria vita devastata: si mette quindi alla ricerca di un quadro di Soutine, appartenuto alla madre, e al quale la donna era legatissima. Dopo essersi trasferita a Los Angeles e aver trascorso lì la propria vita, Rose si imbatterà nuovamente nelle tracce di quel dipinto, diventato per lei quasi un’ossessione, e in Lizzie Goldstein, che ne è entrata in possesso dopo di lei. Tra Lizzie e Rose nasce un’amicizia inaspettata, destinata però a interrompersi bruscamente quando le due donne si troveranno di fronte a una verità dolorosa: un segreto che ha a che fare con il quadro di Soutine e che è rimasto nascosto per tanti anni… Una prosa cristallina per una storia che parla di nostalgia, dolore, perdita e perdono.


Il pensiero di Blog Expres

La vita è qualcosa di fragile e prezioso come un quadro di inestimabile valore, "Il fattorino" di Soutine, intorno al quale ruotano le dolorose vicende di Lizzie, una giovane donna californiana e Rose, un'anziana signora ebraica sopravvissuta all'olocausto.
"Il fattorino" di Soutine apparteneva alla famiglia di Rose, una famiglia benestante viennese ed era il quadro preferito di sua madre. Quando Hitler conquistò l'Austria i genitori riuscirono a far espatriare Rose e suo fratello Gerhard in Inghilterra dove furono adottati da due famiglie inglesi. Quando i genitori morirono, (presumibilmente in un campo di concentramento, perchè l'autrice ad un certo punto non ne dà più notizia) tutti i loro beni furono confiscati dai nazisti, finchè un bel giorno, finita la guerra, il quadro di Soutine arriva in una galleria d'arte newyorkese e viene acquistato dal padre di Lizzie per poi sparire misteriosamente una notte durante una festa...
I suoi occhi scuri si posarono sull'immagine e Rose seguì lo sguardo della madre. Non era un bel ragazzo quello raffigurato nel quadro. Troppo magro dentro la sua divisa rossa, aveva il viso pallido e oblungo. Il colore era denso, quasi gettato sulla tela, come se il pittore non si fosse preoccupato di essere preciso e accurato. Rose non capiva perchè alla madre piacesse tanto.

lunedì 20 marzo 2017

Recensione Dietro le quinte al museo di Kate Atkinson [Nord]






Voglio una madre che faccia sogni diversi. Che sogni nuvole di gelato, arcobaleni di cristalli di zucchero, soli come carri d’oro zecchino che solcano il cielo...
Be’, pazienza, e` comunque l’inizio di una nuova era.






Dietro le quinte al museo
 Kate Atkinson


Nord  | 23 febbraio 2017  | 368 pagine | cartaceo 18,60 € | ebook 2,99 €

*Ringrazio Nord per avermi inviato una copia ebook in cambio di un'onesta opinione sul libro*

La storia della famiglia Lennox è ben più complessa di quanto non possa apparire a prima vista, ed è popolata da una carrellata di personaggi tutti da scoprire. È Ruby a raccontarcela, fin dal momento del suo concepimento, coinvolgendoci in un viaggio appassionante nel XX secolo visto attraverso gli occhi di una ragazza determinata a ritagliarsi un posto nel mondo.
Grazie alla magistrale padronanza delle strategie narrative, a uno stile inconfondibile e a una sensibilità letteraria fuori dal comune, Kate Atkinson si candida ad essere accolta tra i classici moderni della letteratura inglese.

Il pensiero di Blog Expres

"Dietro le quinte al museo" è il romanzo d'esordio di Kate Atkinson che narra le vicende tormentate di una famiglia inglese di York attraverso la voce narrante dell'ultima arrivata in famiglia: Ruby Lennox. Amo molto le storie di famiglia e Kate Atkinson ha sviluppato una intensa saga famigliare mettendo a confronto quattro generazioni di donne: dalla bisnonna Alice che abbandonò figli e marito fuggendo con un fotografo ambulante, passando per la nonna Nell che non riusciva a sposarsi, perchè ogni fidanzato moriva, alla figlia Bunty terribilmente insoddisfatta della sua vita fino ad arrivare all'ultima generazione di nipoti come  la ribelle Patricia, la perfida Gillian e Ruby "l'ultima ruota del carro".
E' il primo libro che leggo della Atkinson e sono rimasta colpita positivamente dal suo stile narrativo scorrevole, nonostante il libro abbia una struttura complessa e vede intrecciarsi le vicende di tantissimi personaggi.

lunedì 13 marzo 2017

Recensione Fallen di Lauren Kate




Lost in Fantasy e' una rubrica ideata da Blog Expres a cadenza mensile dove si parlerà di anteprime e recensioni di film e libri di genere Fantasy!

       

Era l'immagine stessa della bellezza e della bontà: una luminescente e spettrale riunione di esseri tanto puri da ferire gli occhi al solo sguardo, come la più grandiosa eclisse, o forse come il Paradiso stesso.



Fallen
Lauren Kate


Rizzoli | novembre 2010  | 442 pagine | cartaceo 16,00 € | Ebook 8,99€

Fallen Series
#1 Fallen
   #2 Torment
  #3 Passion
              #3.5 Fallen in love
  #4 Rapture
                   #4.5 Angels in th dark
       #5 Unforgiven

Basta un istante per sconvolgere un'esistenza. A cambiare quella di Lucinda, diciassette anni, è stato l'incidente in cui è morto un suo caro amico. E lei ha visto addensarsi di nuovo le ombre scure che la perseguitano da quando è bambina. Guardata con sospetto dalla polizia e da chi la ritiene responsabile della morte dell'amico, Luce – così la chiamano tutti – è costretta a entrare in un istituto correzionale. Nessun contatto con il mondo esterno, telecamere di sorveglianza, ragazzi e ragazze dal passato oscuro e disturbato sono tutto ciò che trova alla scuola Sword & Cross. E poi appare Daniel, e Luce d'un tratto non sa più cosa è vero e cosa non lo è: il cuore le dice di averlo già incontrato, ma nella sua mente si accendono solo rari lampi di ricordi troppo brevi per essere veri. Soltanto quando rischia di perderla, Daniel decide di uscire allo scoperto: i loro cuori si conoscono da sempre, da tutte le vite che Luce non ricorda ancora di aver vissuto.

Il pensiero di Blog Expres

Fallen è il primo libro della serie di Lauren Kate dedicata agli angeli caduti che vede come protagonista Lucinda Luce Price, una ragazza di diciassette anni che fin da piccola vive con la costante minaccia di strane ombre che sembrano incombere sulla sua vita finchè un giorno succede qualcosa di terribile che cambierà per sempre la sua vita... Avviene uno strano incendio durante il quale un suo amico muore. Luce sopravvive, ma non ricorda nulla e per questo viene sospettata di essere colpevole e spedita in un tetro istituto correzionale chiamato Sword & Cross. Nella scuola ci sono tutti ragazzi e ragazze poco raccomandabili e dal passato oscuro, alcuni dei quali renderanno la vita difficile a Luce...
L'ombra la sovrastò piano, gelida e tenebrosa, con i suoi contorni indefiniti; poi si fece aggressiva, si scagliò contro di lei.

domenica 5 marzo 2017

Una stanza tutta per sè #5 Recensione Notti al circo di Angela Carter


"Una stanza tutta per sè" è una rubrica inventata da Blog Expres, ispirata all'omonimo saggio di Virginia Woolf, dedicata alla letteratura femminile inglese.


Lasciate che vi dica una cosa a proposito di Fevvers, posto che non ve ne siate già accorti da soli: quella ragazza è dotata di una mente filosofica.




Notti al circo
Angela Carter

Fazi Editore | Febbraio 2017  | 480 pagine | cartaceo 17 € | ebook 9,99 €


Fevvers, diversa da tutti i neonati per le poche soffici piccole piume sulle sue scapole, è stata abbandonata appena in fasce, in una via di Londra, nella speranza che qualcuno se ne prenda cura. Raccolta dalla tenutaria di un bordello, ha finito prima per lavorare per lei, in veste di Cupido e poi, cresciutele due ampie e vigorose ali sulla schiena, si è guadagnata da vivere come fenomeno da baraccone. Ma la sua carriera ha una svolta quando comincia a esibirsi come aerialist, volteggiando sui trapezi: tutti impazziscono per lei, a Parigi la chiamano Ange anglaise, Alfred Jarry l’ha inutilmente chiesta in sposa e ora tutta Londra si prostra ai piedi della Donna Alata. Nel 1899 è al culmine della sua carriera, e Jack Walser, 25 anni, californiano dalle poche aspirazioni, giornalista, è nel suo camerino, in una confusione di piume e pizzi, all’Alhambra Music Hall della capitale inglese, per farsi raccontare la sua storia, per cercare di svelarne il mistero, o la mistificazione. La attende un tour che la porterà a Berlino, a Mosca e in Siberia, e Jack Walser, inizialmente scettico e poi soggiogato, e comunque deciso ad andare fino in fondo in quello che spera sarà lo scoop di una vita, sceglie di riciclarsi come clown del circo pur di accompagnarla nella sua tournée.

Il pensiero di Blog Expres

Ho riso talmente tanto da rischiare di farmela sotto! Lo so, non è un'espressione elegante, ma si intona perfettamente con la nostra eroina Fevvers e con lo stile di Angela Carter che mai avrei creduto così divertente, brioso e irriverente!
Nonostante questo aspetto, non bisogna affatto pensare che il libro della Carter sia un romanzo "leggero", tutt'altro! Mi sono ritrovata di fronte a un libro complesso e la lettura si è rivelata più impegnativa del previsto, ma ne è valsa la pena.
La narrazione non è lineare, ma si sviluppa a più livelli o secondo "lo schema delle scatole cinesi" e il romanzo può essere diviso in tre parti. Nella prima, conosciamo Favvers che dopo uno spettacolo viene intervistata da Jack Walser, un giovane giornalista americano.
Nell’ambiguità dello specchio, rivolse al giovane giornalista una vistosa strizzata d’occhio e si strappò con gesto deciso le ciglia finte superstiti.

martedì 28 febbraio 2017

February Wrap Up




Buon giorno lettori!
Febbraio sta finendo ed è già tempo di recap! Pur essendo un mese corto, sono riuscita a leggere molto, forse perchè mi sono capitati tutti libri bellissimi e quindi questo mese sono state soprattutto le recensioni a farla da padrone sul blog! Per il resto, tra le varie rubriche c'è soprattutto "Una stanza tutta per sè" che mi sta dando grandi soddisfazioni!Ma bando alle ciance!!
Passiamo subito alle recensioni.



Quest'anno mi sono decisa finalmente a leggere "Il Signore degli anelli" e questo mese ho portato a termine il primo libro della trilogia di Tolkien: "La compagnia dell'anello". Sono rimasta completamente rapita e affascinata a tal punto che una volta finita la serie, voglio recuperare tutti i suoi libri!!! Insomma! Posso davvero dire che la narrazione di Tolkien crea dipendenza, quindi state bene attenti quando vi addentrate tra le pagine dei suoi libri! :D Tanto per farvi capire quanto sono andata in fissa, vi dico solo che mi sono comprata anche il cofanetto con i tre Dvd! Ahahhaahha ! E questo è solo l'inizio! :))))
Libro Cult per gli amanti del Fantasy.
(La mia recensione QUI)
Voto 5 macchine da scrivere

Altro libro che mi è piaciuto molto è stato "Il gioco dell'angelo" di Carlos Ruiz Zafon che seppur non essendo all'altezza de "L'ombra del vento", si è rivelata comunque una lettura molto "goduriosa" piena di suspense e mistero! E' sempre bello perdersi tra i vicoli di Barcellona in compagnia dei personaggi inventati da Zafon!
(La mia recensione QUI)
Voto 5 macchine da scrivere

Febbraio è stato anche il mese in cui si è riaccesa la mia passione per i classici! Grazie anche a "Charlotte. La storia della piccola Bronte" di Antonella Iuliano che con il suo libro avvincente e scorrevole ci trasporta in uno splendido salotto inglese rievocando il mondo delle sorelle Bronte!!!
(La mia recensione QUI)
Voto 5 macchine da scrivere

Ogni tanto mi piace concedermi qualche lettura leggera e divertente e "Il metodo danese per vivere felici. Hygge" è un manuale molto carino dove è possibile prendere tanti spunti d'ispirazione dal punto di vista del lifestyle! Il libro è arricchito da tante fotografie, ricette di cucina, idee per l'arredamento e molto altro!
(La mia recensione QUI)
Voto 4 macchine da scrivere

Infine sto finendo di leggere "Notti al circo" di Angela Carter, una lettura impegnativa, ma anche molto divertente e sicuramente diversa dal solito!
La scrittura della Carter è "barocca" e spazia attraverso vari generi letterari! Ve ne parlerò presto in settimana quando pubblicherò la recensione!

Febbraio: ho fatto il pieno di splendide letture!!!!
Yuppi Yeah!!!


Ora passiamo al recap delle rubriche!