domenica 22 aprile 2018

Arsenico & merletti 3 Recensione L'assassinio di Florence Nightingale Shore di Jessica Fellowes [Neri Pozza]




Qualcuno voleva ucciderla e quel qualcuno lei lo conosceva.



L'assassinio di Florence Nightingale Shore
  Jessica Fellowes

Neri Pozza | 16 novembre  2017  | 397 pagine | cartaceo 18,00 € | Ebook 9,99€

Serie "I delitti Midford"
#1 L'assassinio di Florence Nightingale Shore
#2 Inedito - uscirà nell'autunno del 2018


È il 1919 e Louisa Cannon sogna di sfuggire a una vita di povertà e, soprattutto, all’opprimente e pericoloso zio, che vorrebbe sanare i propri debiti "offrendo" la nipote a uomini di dubbia reputazione. La salvezza di Louisa è un posto di lavoro presso la famiglia Mitford ad Asthall Manor, nella campagna dell’Oxfordshire. Dopo diverse peripezie Louisa riesce a farsi assumere. Diventerà istitutrice, chaperon e confidente delle sei sorelle Mitford, specialmente della sedicenne Nancy - una giovane donna intelligente e curiosa con un talento particolare per le storie. Ma quando un’infermiera - Florence Nightingale Shore, figlioccia della sua celebre omonima - viene assassinata in pieno giorno su un treno in corsa, Louisa e Nancy si troveranno per caso coinvolte nelle indagini del giovane e timidissimo Guy Sullivan, agente della polizia ferroviaria di Londra, Brighton & South Coast e nei progetti criminali di un assassino che farà di tutto per mantenere segreta la propria identità… Basato sul vero omicidio, rimasto irrisolto, di Florence Nightingale Shore, questo è il primo romanzo di una serie di gialli intitolata I delitti Mitford, ambientata negli anni Venti e Trenta con protagoniste le sei "leggendarie" sorelle Mitford.

Il pensiero di Blog Expres

"L'assassinio di Florence Nightingale Shore" di Jessica Fellowes è il primo libro della serie "I delitti Mitford", pubblicato in Italia da Neri Pozza ed arrivato come finalista al Premio Bancarella 2018.
Il libro è ispirato a un fatto di cronaca nera realmente accaduto e rimasto irrisolto: l'infermiera di guerra Florence Nightingale Shore fu davvero aggredita sul treno per Brighton il 12 gennaio 1920 e morì pochi giorni dopo in ospedale.
L'autrice ha fatto un grande lavoro di ricostruzione storica delle indagini attraverso gli articoli di giornale dell'epoca.
Anche le sorelle Midford sono personaggi reali, ma il coinvolgimento nella vicenda è frutto dell'immaginazione dell'autrice. E qui purtroppo sono incappata nella prima delusione... Leggendo sulla quarta di copertina quanto segue "questo è il primo romanzo di una serie di gialli intitolata I delitti Mitford, ambientata negli anni Venti e Trenta con protagoniste le sei "leggendarie" sorelle Mitford", ho ingenuamente pensato che qualcuna delle sorelle avrebbe indossato i panni di un'insolita detective.
Invece nel libro sono tutte bambine tranne la maggiore Nancy Mitford che in realtà sarà una specie di aiutante dei detective che sono Louisa Cannon, l'inserviente della Nursery e Guy Sullivan, agente della polizia ferroviaria di Londra, Brighton & South Coast.
Al di là della sorpresa iniziale, purtroppo non sono riuscita ad entrare in sintonia nè con Louisa nè con Guy, perchè entrambi compiono azioni assurde e a mio avviso anche poco utili per lo svolgimento del caso. Non sto qui a dirvi cosa per non fare spoiler, ma io purtroppo se non simpatizzo con il detective è difficile che poi riesca ad apprezzare il Giallo che comunque nel complesso mi è sembrato ben strutturato nonostante i personaggi noiosi e la lentezza delle indagini...
Il ritmo narrativo è molto lento e infarcito di commenti assurdi che lasciano il tempo che trovano del tipo:
"Avevano innescato qualcosa, si disse Louisa, ma non sapevano ancora cosa, e sperava di non doverlo scoprire mai".
Ma come??? Tu sei colei che indaga e non vuoi scoprire nulla? Allora perchè ti sei messa sulle tracce dell'assassino? Boh! Questo sì che è davvero un bel mistero!
"L'assassinio di Florence Nightingale Shore" mi è sembrato un libro di grandi pretese, perchè è un mix tra due generi che io amo molto e che sono l'Historical Fiction e il Giallo.
Sicuramente la parte meglio riuscita è quella del Romanzo storico, mentre il Giallo è davvero molto annacquato...
Lo so che molti di voi hanno amato tantissimo questo libro, ma a me è sembrato davvero un prodotto confezionato a tavolino... Sarà un caso che l'autrice è la nipote del famosissimo Julian Fellowes, sceneggiatore della serie Tv Downton Abbey??? Io penso proprio di no!
L'unica cosa che mi dispiace davvero, oltre ai soldi spesi.... È che la casa editrice che lo ha pubblicato in Italia, la Neri Pozza, è una delle mie preferite e che in genere pubblica solo prodotti di grande qualità...
Voglio concludere la recensione con una nota positiva per coloro che invece hanno amato questo libro: in autunno la Neri Pozza pubblicherà anche il secondo volume, mentre per quanto mi riguarda non so davvero se continuerò la serie.
Credo molto nella lettura come arricchimento, ma anche come momento di evasione e se un autore mi annoia difficilmente avrà da parte mia una seconda possibilità.
Se invece siete indecisi se leggerlo o meno, sappiate che il libro pur essendo parte di una serie è comunque un autoconclusivo, quindi state sereni: vedrete una luce alla fine del tunnel!!!

Louisa sorrise. Era riconoscente, ma anche stanca. Chiese se poteva andare di sopra nell'appartamento e mettersi a letto.
Più di tutto le serviva una notte di sonno senza sogni.




Ps. Ma chi sono queste famigerate sorelle Mitford?
Vissute nel XX secolo, sono le sei figlie di David Freeman-Mitford, II barone Redesdale, e divennero note come "Diana la fascista, Jessica la comunista, Unity l'amante di Hitler, Nancy la romanziera, Deborah la duchessa e Pamela la discreta esperta di pollame".
Questo libro ha avuto il merito di farmi scoprire una nuova autrice "Nancy Mitford" che ha scritto diversi romanzi tra cui "L'amore in un clima freddo", pubblicato in Italia da Adelphi e che voglio assolutamente recuperare!!!



Post di Maria Milani

3 commenti:

  1. Non credevo più nel prestare denaro perché tutte le banche hanno rifiutato il mio file; in effetti sono stato bloccato dalla mia banca. Ma un giorno un amico mi ha consigliato un particolare prestatore che mi ha dato l'email. L'ho provato con lui inviandogli un'email e ha funzionato. Ho avuto la persona giusta un prestatore individuale onesto che stavo cercando da anni. Ho ottenuto il mio prestito che mi permette di vivere bene ora e pago regolarmente i miei pagamenti mensili. Puoi contattarlo se hai bisogno di un prestito per vari motivi personali. Anche due miei colleghi hanno ricevuto prestiti senza alcuna difficoltà.

    Ecco la sua e-mail: credito.locali.veloce@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Non credevo più nel prestare denaro perché tutte le banche hanno rifiutato il mio file; in effetti sono stato bloccato dalla mia banca. Ma un giorno un amico mi ha consigliato un particolare prestatore che mi ha dato l'email. L'ho provato con lui inviandogli un'email e ha funzionato. Ho avuto la persona giusta un prestatore individuale onesto che stavo cercando da anni. Ho ottenuto il mio prestito che mi permette di vivere bene ora e pago regolarmente i miei pagamenti mensili. Puoi contattarlo se hai bisogno di un prestito per vari motivi personali. Anche due miei colleghi hanno ricevuto prestiti senza alcuna difficoltà.

    Ecco la sua e-mail: credito.locali.veloce@gmail.com

    RispondiElimina
  3. Salve a tutti, siete trader, agricoltore, privato, imprenditore, vedovo o studente e avete bisogno di aiuto con urgenza per finanziare meno di 500.000 € al 2% e avete paura delle spese bancarie per contattare rapidamente le aziende posta finanziaria online: tortoragiuseppe54@gmail.com o +33756857346 su WhatsApp per maggiori informazioni, Dio vi benedica.




    Salve a tutti, siete trader, agricoltore, privato, imprenditore, vedovo o studente e avete bisogno di aiuto con urgenza per finanziare meno di 500.000 € al 2% e avete paura delle spese bancarie per contattare rapidamente le aziende posta finanziaria online: tortoragiuseppe54@gmail.com o +33756857346 su WhatsApp per maggiori informazioni, Dio vi benedica.

    RispondiElimina