venerdì 30 gennaio 2015

Recensione Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith




Buon giorno amici! Come va? Io purtroppo mi sono beccata la febbre... Uffi, Uffi.... Vabbè vorrà dire che ne approfitterò per leggere di più :D 
Oggi vi parlo del libro Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith, pseudonimo di J.K. Rowling. Ho letto questo libro per la Amazing Reading Challenge!

                                                         --0O0--
Il richiamo del cuculo
Robert Galbraith
Salani
2013
464 pagine
16€

Trama: Quando una top model, celebre e tormentata, precipita dal balcone del suo attico a Mayfair nessuno dubita che si tratti di un suicidio. L’unico a non crederci è suo fratello che decide di rivolgersi a Cormoran Strike per far luce sul caso. Strike è un reduce della guerra in Afghanistan, dove è stato ferito e nel corpo e nello spirito, e la sua vita è nel caos. Il nuovo incarico gli dà un po’ di respiro, ma a caro prezzo: più si immerge nel mondo complesso e spietato della modella, più la vicenda diventa oscura e densa di pericoli...

Il pensiero di Blog Expres: 
Dopo l'acclamata serie di Harry Potter la Rowling si cimenta in un genere completamente diverso: il giallo e dà vita a un romanzo che firma con lo pseudonimo di Robert Galbraith. Premetto che io adoro il giallo e il poliziesco e ciò che più amo di questi generi letterari è la trama avvincente e intricata, il detective con i suoi metodi di indagine e i colpi di scena. Purtroppo il libro di Robert Galbraith mi ha annoiato, la trama lenta e prolissa non ha saputo conquistarmi e le mie alte aspettative verso questo esperimento narrativo della Rowling sono state tremendamente deluse...

Il ritmo narrativo del libro è lento, non ci sono colpi di scena se non nel finale e anche le tecniche di indagine di Cormoran Strike lasciano molto a desiderare... Oltre a parlare con le persone potenzialmente coinvolte, Cormoran e la sua segretaria Robin si limitano a indagare cercando le informazioni su Google... Tutte le loro congetture si basano sulla lettura degli articoli di cronaca e di gossip e francamente questo metodo di indagine mi ha lasciato un pò perplessa...
Perciò, ispirato dall’abilità con Google dimostrata il giorno prima, Strike le aveva affidato questo compito piuttosto inutile. E lei aveva passato l’ultima ora a leggere citazioni e articoli sulla Landry e il suo mondo, mentre Strike metteva in ordine mucchi di ricevute, bollette del telefono e fotografie inerenti al solo altro caso su cui indagava.
Nonostante tutto voglio scagliare un paio di lance a favore di questo libro. Ho potuto rintracciare la bravura della Rowling nella caratterizzazione dei personaggi soprattutto Cormoran Strike e Robin la sua segretaria delle Soluzioni Temporanee. 
Strike aveva la fronte alta e sporgente, il naso largo e le sopracciglia folte di un giovane Beethoven che si era messo a praticare la boxe.
Tra i due mi sono affezionata soprattutto all'intraprendente segretaria!
"Be’, è stata infinitamente più efficiente di qualsiasi ragazza mandata dalla Soluzioni Temporanee, mi creda. E mi scusi se ho continuato a chiamarla Sandra: era la ragazza che c’era prima. Lei invece si chiama?" "Robin".
Infine un'altro aspetto che ho apprezzato del libro e che gli ha fatto conquistare mezzo punto in più è l'ambientazione: una Londra misteriosa ed elegante avvolta in un leggero manto di neve fa da cornice alle vicende.  
Erano quasi le otto, quando tornò in ufficio. Secondo lui, questa era l’ora in cui Londra era più bella: dopo la giornata lavorativa, le finestre dei pub erano calde e brillanti come gioielli, le strade vibranti di vita, e la resiliente stabilità dei suoi vecchi edifici, addolcita dalle luci dei lampioni, aveva qualcosa di stranamente rassicurante.

Sinceramente non so se leggerò le altre avvenuture di Cormoran Strike nel libro Il baco da seta... ma spero vivamente che la Rowling torni a farci sognare con qualche altra bella storia Fantasy, genere letterario che mi sembra le sia di gran lunga più congeniale. 






8 commenti:

  1. Noooo, a me è piaciuto! Molto di più, però, il seguito probabilmente realizzato con minore 'pressione'. I personaggi e l'ambientazione sono i veri punti forti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede purtroppo non mi ha saputo conquistare...

      Elimina
  2. Ho i primi due capitoli ma non so quando li leggerò...non è ancora arrivato il momento per me!!!Ho paura di rimanere delusa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pila ti consiglio di rimandare e dare spazio a libri più interessanti ;)

      Elimina
  3. Questo romanzo è stata una delusione anche per me, concordo con quello che hai scritto...
    Baci Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa stroncare la Rowling mi dispiaceva, ma dovevo essere sincera e sono contenta di non essere l'unica a pensarla così ;) ciao Maria

      Elimina
  4. Il baco da seta è ancora più soporifero :D

    RispondiElimina